E adesso rompiamo il silenzio

Gli anni duemila iniziano con la paura della fine del mondo ma basta poco, lo scoccare della mezzanotte per rendersi conto che la corsa continua. Dell’HIV se ne parla poco o niente, restano i pregiudizi ma sembra far sempre meno paura. E’ cambiato il modo di parlare di amore e di sesso, sono arrivati i social, le app di incontri e anche il mondo LGBT che ha pagato un prezzo altissimo al virus si confronta con questa nuova realtà. In questa terza e ultima puntata ‘E adesso rompiamo il silenzio’ arriviamo ai giorni nostri, alle lezioni imparate e quelle ancora da imparare insieme a Sandro Mattioli, presidente di PLUS Persone LGBT sieropositive onlus, a Giulio Maria Corbelli vicepresidente di PLUS e a Massimo Galli, professore ordinario di Malattie Infettive all’Università di Milano.